Contenuto principale

Dopo il prestigioso secondo posto all’Agone Eleatico di Ascea, altre premiazioni per tre nostri ragazzi al Latinus Ludus di Mondaino!

Congratulazioni a Ginevra Debbi (classe 1^A sezione classica per latino), a Giovanni Vezzosi (classe 3^D sezione classica per greco) e ad Alberto Gavioli (classe 4^A sezione classica per latino), che si sono classificati rispettivamente al primo, secondo e terzo posto, ognuno nell’ambito competitivo del proprio anno, nella XXXI edizione del Latinus Ludus, segnalandosi su di un centinaio di studenti provenienti da varie regioni d’Italia.

Nella foto, da sinistra: il presidente del Lions, Ginevra, Alberto e Giovanni e il sindaco di Mondaino

Il certamen di latino e greco, cui ogni anno la nostra scuola prende parte (e che per il sesto consecutivo conquista il podio: ricordiamo, solo per citare quello passato, il primo posto di Guido Riccio, dell’allora 1^A sez. classica, e il primo posto sempre del nostro Alberto Gavioli, dell’allora 3^A sez. classica), si è tenuto a Mondaino di Rimini domenica 31 marzo, con cerimonia di premiazione lo scorso 12 maggio nella splendida Sala del Durantino (Rocca Malatestiana), cui ha fatto seguito la tradizionale merenda rustica offerta dal Lions Club Cattolica che da sempre, unitamente al Comune di Mondaino, organizza la manifestazione.

I testi proposti (un passo dal De re rustica di Varrone per il primo anno di latino; un passo dal Menesseno di Platone per il terzo di greco; un passo dalle Noctes Atticae di Aulo Gellio per il quarto di latino) sono stati vagliati e giudicati da una commissione costituita da docenti facenti capo al Dipartimento di Scienze della Comunicazione, Filologia classica e Discipline Umanistiche dell’Università di Urbino “Carlo Bo”.

Un ringraziamento, inoltre, a tutti i nostri ragazzi (una trentina circa) che hanno anche solo partecipato alle varie competizioni: di anno in anno, si conferma il desiderio di un’esperienza che sia, oltre che frutto di impegno e di passione individuale, anche e soprattutto occasione di condivisione e di divertimento, alla luce dei grandi valori eterni della classicità.