Contenuto principale

Combattere lo smog: così il liceo Scientifico Ariosto Spallanzani ha vinto 75mila euro

Leggi l'articolo sul "Corriete della sera"

Allo Scientifico Ariosto Spallanzani il primo premio del contest per giovani scienziati promosso da Diasorin. Secondo liceo, il Battaglini di Taranto. Il rettore Manfredi: «Lavori di livello molto alto. Importante il ruolo delle imprese per la ricerca»

Mad for Science

«And the winner is...». In un confronto spettacolare stile X Factor (luci, musica e azione sul palco) il liceo Scientifico Ariosto Spallanzani di Reggio Emilia ha vinto mercoledì a Torino il contest per giovani scienziati promosso da Diasorin tra i 1.600 licei scientifici italiani. E insieme ai 50mila euro in strumenti per rinnovare il laboratorio scolastico, i cinque studenti che insieme alla professoressa Eleonora Franchini hanno illustrato alla giuria di esperti il loro progetto di ricerca sullo smog e sulle possibili azioni per migliorare la qualità dell’aria, portano a casa anche il compito oneroso di realizzare quanto hanno proposto: un piano quinquennale con programmi differenziati per ogni anno di liceo per «conoscere» smog e fattori inquinanti presenti nel territorio e «combatterli». Un progetto che la giuria ha ritenuto «articolato, molto interdisciplinare, con forte connotazione didattica, significativa relazione con il territorio e sostenibile nel tempo».

Logo erasmus
PROGETTO ERASMUS+ KA229 Germania – Grecia – Italia

Uniti nella diversità!? Processi di migrazione e gli effetti sulle società europee – ieri, oggi e nel futuro

Una delegazione di 13 studenti delle classi 3 A classico e 3B scientifico del Liceo Ariosto-Spallanzani ha partecipato al meeting del progetto Erasmus+ KA2 presso la scuola partner in Grecia dal 3 al 9 marzo scorso.

Gli studenti delle tre scuole partner Gymnasium Bad Essen Germany, Liceo Classico-Scientifico Ariosto Spallanzani Italia, GELDE Sapon Grecia si sono confrontati sui temi dell’emigrazione e immigrazione nei rispettivi paesi analizzandone l’impatto socio-culturale e le peculiarità del fenomeno nei diversi contesti. 

È stata anche un’occasione per visitare luoghi significativi della cultura greca e sperimentare la generosa ospitalità delle famiglie degli studenti partner in una zona di confine, la Tracia, di grande interesse interculturale.

Il prossimo appuntamento sarà a Reggio Emilia in novembre 2019.

Viaggio in grecia progetto KA229