Contenuto principale

  


Esterna

Risultati test PP2 — A.S. 2003–2004

I risultati della somministrazione informatica dei test di italiano, matematica e scienze, effettuati nel nostro istituto nel periodo marzo-maggio 2003, sono pervenuti organizzati in tre gruppi di dati : punteggi ottenuti dalla scuola e punteggi per tipologie di contenuto, comparabili con i punteggi delle scuole della Regione, delle scuole del Nord-Est del Paese e degli Istituti Superiori , e punteggi ottenuti nelle singole classi. Per ogni prova e per ogni classe, quindi, disponiamo di una triplice possibilità di lettura e, conseguentemente, di utilizzo dei dati.
Per la programmazione di classe e di istituto i dati più interessanti sono quelli relativi alle singole classi ( anche se si tratta di un campione : otto prime e otto terze tra le due sezioni ) e quelli relativi alle tipogie di contenuto, mentre ai fini dell''autovalutazione d''istituto risultano più significativi i risultati della scuola nel suo complesso.
Poichè sarebbe lungo e complesso, da un lato, analizzare tutti i dati in questa sede e, inopportuno dall''altro , ad esempio, parlare dei risultati ottenuti da singole classi, che invece potranno essere oggetto di riflessione per i rispettivi consigli, mi limiterò a riferire alcuni dati di interesse presumibilmente generale tra quelli che ho esaminato, rinviando uno studio più approfondito e dettagliato alla commissione che ha già lavorato sull''argomento, sempre che il collegio ritenga le problematiche dell''autovalutazione importanti per la vita dell''istituto e intenda continuare il lavoro iniziato due anni fa.
Leggendo i risultati per materia ( una delle letture possibili ), ho estrapolato i dati relativi alla media, alla deviazione standard ( misura della dispersione dei punteggi intorno alla media), alla moda (punteggio ottenuto più frequentemente) e alla percentuale di studenti nelle fascia top ( punteggi compresi tra 75 e 100).
Italiano classi prime: la media dei punteggi è di 68,8 con una deviazione standard del 15,2% ( bassa, quindi conoscenze ed abilità sono omogenee), una moda del 75,0% ( punteggio ottenuto più frequentemente dagli studenti ) e punteggi nella fascia top pari al 49,4%. I nostri studenti riportano i punteggi più elevati nella comprensione lessicale 77,3, nell''analisi di un brano narrativo 69,9, nella conoscenza grammaticale 68,7 e nella comprensione particolare 68 senza inferenza.
La media del nostro istituto risulta superiore a quella delle scuole dell''Emilia Romagna, delle scuole del Nord-Est e degli altri Istituti Superiori.
Italiano Classi Terze: la media dei punteggi è di 60,4 con una deviazione standard del 18% ( ancora bassa, omogeneità di conoscenze e abilità), una moda del 50 ( punteggio più frequente) e punteggi nella fascia top pari 41,3%.
La media dell''istituto risulta ancora superiore rispetto a quella dell''Emilia-Romagna, del Nord-Est e degli altri istituti superiori. I nostri studenti riportano i punteggi più elevati nell''analisi di un brano narrativo 67,5 ,nell''analisi della struttura e dello stile 64,7, nella conoscenza grammaticale 63,7 e nella comprensione lessicale 61,6.
La media del nostro istituto risulta lievemente inferiore a quella regionale e a quella delle scuole del Nord-Est ( 1,1 e 1,6 ), ma rimane superiore a quella degli altri Istituti Superiori.
Matematica Classi Prime: la media dei punteggi è di 58 con una deviazione standard di 16,2 (bassa, omogeneità di conoscenze e abilità), una moda di 42,38( punteggio più frequente) e punteggi top pari al 23,5% degli studenti. La media dell''istituto risulta superiore a quella regionale, del Nord-Est e degli altri istituti superiori. I nostri studenti riportano i punteggi più elevati nella rappresentazione dei dati e probabilità ( 69,6) e in algebra ( 62).
Matematica Classi Terze: la media dei punteggi è di 50,4 con una deviazione standard di 19,1 (abbastanza bassa), una moda di 35,7 ( punteggio più frequente) e punteggi top pari al 15,5% degli studenti. La media dell''istituto risulta superiore a quella dei consueti termini di paragone. I nostri studenti riportano i punteggi più elevati in algebra( 56,6) e nelle frazioni e significato dei numeri( 51,4).
Scienze Classi Prime: N:B: i risultati vanno letti tenendo presente che le classi prime non hanno la disciplina nel curriculum . La media dei punteggi è di 5 con una deviazione standard di 67,7( disomogeneità di conoscenze conseguente a quanto detto), una moda di 88 ( punteggio più frequente) e punteggi top pari al 46,3 degli studenti. La media dell''istituto per l''anomalia ricordata è naturalmente più bassa di quella degli altri tre termini di paragone. I nostri studenti riportano i punteggi più elevati nel settore "essere vivente" (71,3) e "trasformazione e cambiamento" (68,5).
Scienze Classi Terze: la media dei punteggi è di 60 con una deviazione standard di 10,7( piuttosto bassa, conoscenze omogenee), una moda di 54,2 (punteggio più frequente e punteggi top pari al 7,2 degli studenti. La media dell''istituto è superiore a quella degli altri tre termini di confronto. I nostri studenti riportano i punteggi più elevati nei settori "uomo e ambiente" con 68 e "trasformazione/cambiamento" con 62,9.
Una copia della versione cartacea dei risultati sarà a disposizione della sezione classica ed una a disposizione della sezione scientifica.


Risultati test PP3 — A.S. 2004–2005

Il nostro istituto ha deliberato di partecipare per il terzo anno consecutivo al PP3, ribadendo la scelta della somministrazione informatica delle prove già sperimentata nell''anno scolastico precedente.
Il Nucleo di Autovalutazione dell''istituto ha deciso di far partecipare alla somministrazione informatica 8/11 prime e tutte le terze, per avere una campionatura la più vasta possibile e, quindi, dati allargati alla quasi totalità degli studenti della fascia considerata.
Le finalità del Progetto Pilota 3 erano due:
1) misurare il profitto degli studenti nelle consuete aree disciplinari dell''italiano, della matematica e delle scienze,
2) rilevare informazioni sulle attività svolte dalla scuola attraverso un sistema di questionari indirizzati al Dirigente scolastico, al Direttore amministrativo e ad un gruppo di discussione composto da tutte le componenti dell''istituto (dirigenti scolastico e amministrativo, referente progetto, docenti , genitori e studenti eletti negli organismi di rappresentanza, tecnico di laboratorio).
Rispetto all''anno precedente il progetto ha presentato diverse novità riguardo a finalità e modalità , che hanno comportato un aggravio di lavoro sensibile per la vita dell''istituto:
1. questionario per il Direttore amministrativo,
2. questionario per il gruppo di discussione,
3. questionario per gli studenti coinvolti nell''esperienza , da elaborare sempre on-line in una quarta giornata ,
4. questionario per gli insegnanti di matematica e di italiano delle classi coinvolte ,
5. somministrazione on-line da integrare con materiale cartaceo da scaricare, stampare e distribuire per la prova di scienze delle classi prime e terze,
6. invio della media dei voti riportati dagli studenti in tutte le prove di italiano e matematica del primo quadrimestre.
In qualità di referente scolastico ho partecipato ad una giornata di formazione tenuta a Bologna il 29 Gennaio 2004.
A mia volta ho poi tenuto un incontro di formazione/informazione per i colleghi che avrebbero somministrato le prove ( 30 ), il questionario studenti (14 ) o che avrebbero elaborato essi stessi il questionario (14 ).
La somministrazione informatica nelle quattro giornate ha funzionato bene per quanto attiene all''organizzazione interna ( cfr. prospetto allegato), meno bene, ma tuttavia meglio dello scorso anno, per quanto attiene alla connessione: due classi non hanno potuto svolgere la prova di italiano e di scienze nel giorno e nel turno fissati, per l''impossibilità di accedere al collegamento internet; è stato pertanto necessario organizzare una sessione di recupero.
Lo studio delle novità rispetto alla formula precedente, la pianificazione dei tempi, l''organizzazione delle risorse, la raccolta dei dati, la predisposizione dei materiali, il coinvolgimento dei colleghi e del personale delle due sezioni sono stati particolarmente complessi e tuttavia risolti con spirito di servizio e collaborazione da parte di tutti.
Positiva è sicuramente risultata l''esperienza di lavoro con il gruppo di discussione, che per la prima volta ha registrato la presenza di tutte le componenti in una riflessione sullo stato e lo sviluppo del servizio scolastico; particolarmente fattivo e motivato il contributo offerto alla discussione dalla componente genitori e studenti, entrati poi a far parte del Nucleo di autovalutazione dell''istituto.
Ciò che devo invece lamentare è ancora una volta la inaffidabilità dell''INValSI nell''organizzazione e nella gestione complessiva del Progetto: informazioni tardive, contraddittorie, quando non smentite, materiali non disponibili alla data prevista, approssimazione nelle richieste (cfr.media dei voti che poi il coordinatore del progetto doveva ridurre a numero intero nell''invio on-line), prove disponibili con il ritardo di una settimana .
In tale situazione il nostro istituto ha deciso di ritirare l''iscrizione delle otto classi del primo turno (1-4 Marzo), per non rischiare di sottrarre tempo prezioso all''attività didattica, non essendo certe le condizioni per lo svolgimento delle prove.
Se a ciò si aggiunge che i risultati dei test dello scorso anno sono pervenuti addirittura errati e che non è stato quindi possibile fruirne in tempi utili per la programmazione di classe e di istituto , come era negli intenti del nucleo di autovalutazione , credo sia doverosa una riflessione collegiale sull''oppor tunità di ripetere l''esperienza.